E’ casa Buonarroti ma Michelangelo non ci abitò mai

Museo Casa Buonarroti

Prospetto del Museo “Casa Buonarroti” che si affaccia su Via Ghibellina

Il Museo “Casa Buonarroti” si trova al numero 70 di via Ghibellina, a duecento metri appena da Piazza Santa Croce. Il caso dello splendido Palazzo che è oggi museo dedicato a Michelangelo Buonarroti, è singolare, visto che, nonostante il nome e le preziose opere del maestro che vi sono conservate, il celebre artista di Caprese non vi abitò mai.

In effetti risulta che il Palazzo che ospita il Museo non solo non fu mai abitato da Michelangelo, ma venne addirittura costruito diverso tempo dopo la morte del grande maestro: fu realizzata infatti su commissione di Michelangelo Buonarroti il Giovane pronipote del genio fiorentino, nel 1612 (Michelangelo morì nel 1564).

Questa circostanza non toglie che il Palazzo di via Ghibellina sia compiutamente “michelangiolesco”: l’edificio fu infatti costruito sulla base di un progetto disegnato dal grande architetto (oltre che scultore e pittore), e su un terreno che lui stesso in vita aveva scelto e acquistato.

Si ha notizia che Michelangelo acquistò il 9 marzo 1508 quattro modesti edifici fra via Ghibellina e via Santa Maria (l’attuale via Buonarroti); sei anni dopo, nelll’aprile del 1514, ne comprò ancora un’altro. Di queste cinque case, tre le dava a pigione, mentre abitò nelle altre due fra il 1516 ed il 1525. Sono queste stesse case che Michelangelo aveva in mente di trasformare in “residenza onorevole” per la sua famiglia, ma l’unico erede maschio che aveva, il nipote Leonardo, procrastinava i lavori, tanto che, alla morte dell’artista, questi erano stati eseguiti soltanto su una frazione esigua della proprietà.

Inizialmente il Palazzo era costituito da tre delle cinque proprietà e solo nel 1612 fu ristrutturato dal figlio di Leonardo, Michelangelo il Giovane, fino a comprendere tutti e cinque gli edifici originari, secondo un progetto lasciato dall’illustre antenato.

Si può quindi dire che, anche se non vide mai il Palazzo da lui stesso progettato, Michelangelo abitò nelle case che avrebbero poi formato la sontuosa abitazione ed il Museo si chiama dunque a buon diritto “Casa Buonarroti”. Il Museo raccoglie peraltro una serie di preziosissime opere michelangiolesche, risalenti soprattutto al periodo della gioventù. Per approfondire, basta visitare il sito web del Museo Casa Buonarroti, da cui è tratta l’immagine inserita nell’articolo.

Annunci

Pubblicato il 17 febbraio 2013, in Edifici ed altre costruzioni artistiche e monumentali con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. Grazie ! Ho guardato anche il sito , tutto molto interessante. Di Michelangelo ho visitato la casa natale a Caprese Michelangelo. Cordialmente , Paola Bizzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: