Andrea Corsali, un fiorentino “battezza” la Croce del Sud

Disegno Croce del Sud

Copia del manoscritto di Andrea Corsali in cui viene raffigurata per la prima volta la costellazione della Croce del Sud

Minuscola premessa a questa curiosità odierna è una breve nozione di astronomia: la Croce del Sud è la piccola costellazione visibile nell’emisfero sud, che rappresenta, in quella parte del globo, l’equivalente del Carro dell’Orsa nel nostro emisfero. Così come l’individuazione della Stella Polare, all’interno della costellazione dell’Orsa Minore, viene utilizzata da tempo immemorabile per stabilire la direzione Nord, allo stesso modo la Croce del Sud funge da riferimento celeste per individuare la direzione Sud. Chiaro, no?

Ciò che lega questa importantissima costellazione con la città di Firenze è il fatto che la prima descrizione astronomica delle quattro stelle che costituiscono la Croce del Sud è dovuta ad un navigatore fiorentino, Andrea Corsali.

Questo insigne fiorentino, nonostante abbia tenuto a battesimo la costellazione “regina” dell’emisfero australe e a dispetto dei numerosi altri suoi meriti come geografo, navigatore ed astronomo, risulta pressochè sconosciuto sia a Firenze, sua città natale, che ad Empoli, città di origine della sua famiglia.

In effetti la sua famiglia era originaria di Monteboro, località nei pressi di Empoli: si ha notizia alla data del 1399 di un suo antenato che faceva di mestiere il sellaio ed il brigliaio. Passano però poche generazioni prima che la famiglia Corsali si inurbi a Firenze, dove Andrea nasce nel 1487, da Giuseppe e Caterina, come risulta dall’iscrizione nel registro dei battesimi di Santa Maria del Fiore.

La maggior parte delle notizie che abbiamo sulla sua vita, ci provengono dalle due lettere che egli inviò, una nel 1515 ed una nel 1517 (incredibile a dirsi, le due lettere sono tutto ciò che ci rimane di scritto da Andrea Corsali), ai principi della famiglia Medici, suoi protettori e committenti. Lo speciale legame con i signori di Firenze contraddistingue la famiglia Corsali sin da prima della nascita di Andrea, visto che già il padre del navigatore era stato esentato dal pagamento delle tasse.

Le stelle della Croce del Sud erano certamente già conosciute dai navigatori arabi e portoghesi, tuttavia è il Corsali a identificarle per primo come una croce registrandone la posizione nel firmamento. E’ dell’erudito fiorentino, dunque, la prima vera relazione astronomica sulla Croce del Sud. E’ proprio nella lettera del 1515 indirizzata a Giuliano de’ Medici Duca di Nemours, e all’epoca signore di Firenze, che Andrea Corsali descrive la costellazione, battezzandola Croce del Sud ed aggiungendone il disegno. Nonostante questo, il mondo accademico dell’astronomia continuò a considerare la Croce del Sud come parte della costellazione del Centauro fino al 1589, quando ottenne l’odierno riconoscimento di costellazione autonoma grazie a Petrus Plancius, il famoso cartografo e astronomo fiammingo.

Bandiera australiana

Bandiera dell’Australia, una delle numerose nazioni australi che incorpora la Croce del Sud

Per quanto questi suoi meriti astronomici non gli abbiano fruttato il giusto riconoscimento nella sua città natale ed in Italia in generale, è importante ricordare la fama della quale Andrea Corsali gode invece presso le nazioni dell’emisfero australe: si tratta dei territori ai quali il Corsali dedicò la totalità dei propri studi. A conferma di questo, basterà ricordare lo straordinario numero di nazioni australi che riproducono nella propria bandiera la costellazione della Croce del Sud: fra questi Australia, Nuova Zelanda e Brasile, oltre ad una serie di minuscoli staterelli insulari del Pacifico. Inevitabile dunque il grato riconoscimento nei confronti di chi, per primo, aveva studiato questa così importante costellazione.

Buona parte delle notizie sulla vicenda di Andrea Corsali, non solo in questo articolo ma in generale sul web, derivano dalla fondamentale opera dell’Ing. Giulia Grazi Bracci, autrice del saggio “Il battista della Croce del sud (omaggio ad Andrea Corsali)”.

Annunci

Pubblicato il 8 febbraio 2013, in Personaggi illustri con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Molto ,ma molto interessante, grazie, lei è così curioso di tutto che è un piacere leggere le sue ” Curisità ” ! Paola Bizzi

  2. Ora quando guarderò la croce del sud mi ricorderò di Andrea Corsali e di te che me lo hai fatto conoscere! Grazie Alessandro!

    ciao, Mario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: