Compagnia di San Frediano “della bruciata”

Fra le antiche confraternite di Firenze, che in grandissimo numero proliferarono nella città gigliata soprattutto in risposta alle terribili epidemie di peste (come quella del 1348) che periodicamente sconvolgevano la cristianità, c’è questa compagnia di Oltrarno che, insigne per essere una delle più antiche della città (viene fondata nel 1323), porta un nome curioso: questa congrega è infatti ricordata storicamente come Compagnia di San Frediano detta “della bruciata”.

Il curioso appellativo popolare le derivava dalla antica tradizione di regalare alla gente ed ai membri del sodalizio le tipiche castagne arrostite al fuoco dette appunto “bruciate”, in occasione della festa del santo patrono (che ricorre il 18 novembre).La distribuzione di castagne arrostite risale all’anno 1376, quando la Fraternità inizia questa pratica in adempimento dell’onere inserito nel testamento da Fra’ Giovanni Logi, che aveva lasciato erede la Compagnia di San Frediano alla sua morte, nel 1366.

Pietà di Jacopo del Sellaio per la Compagnia di San Frediano della Bruciata

La “Pietà” dipinta da Jacopo del Sellaio per la Compagnia di San Frediano della Bruciata. Conservato un tempo presso la Pinacoteca del Museo Statale di Berlino, il dipinto è andato distrutto nei bombardamenti subiti nel 1945 dalla città.

E’ all’incirca in tale periodo che il nome originario di “Compagnia dei Laudesi di San Frediano“, indicante una delle numerose confraternite contraddistinte dalla pratica devozionale di “cantare le laudi” (alla Madonna, al Santo Protettore etc.), muta nome in “Compagnia della Bruciata”.

La Compagnia aveva sede nella antica chiesa di San Frediano, ma non quella attuale in piazza del Cestello, che svetta sul Lungarno con la sua cupola imponente, bensì quella che si affacciava in piazza del Carmine e fu soppressa nel 1783. In effetti la Compagnia della Bruciata sopravvisse di poco alla antica San Frediano: l’istituzione, orfana della sede originaria, veniva soppressa a sua volta il 21 marzo 1785.

Questa istituzione raggiunse un certo grado di importanza e di floridità finanziaria, visto che fu committente di pregevoli opere d’arte: le cronache ci ricordano come la Compagnia di San Frediano potè permettersi di ingaggiare artisti del calibro di Jacopo del Sellaio e di Andrea della Robbia per adornare la cappella della Compagnia all’interno della chiesa di San Frediano. Il primo dipinse per la “Bruciata” una Pietà con San Frediano e San Girolamo, quadro commissionato l’8 febbraio 1483 ma rimasto incompiuto alla morte del pittore nel 1493 e completato soltanto nel 1517 dal figlio Arcangelo; il secondo eseguì fregi con serafini e cherubini in terracotta invetriata policroma (1501 e 1518). Sembra fra l’altro che il pittore Jacopo del Sellaio fosse a sua volta confratello della Compagnia.

Durante quasi mezzo millennnio di attività, i fratelli della Compagnia, che avevano “per istituto di esercitarsi in opere di pietà verso i vivi e i defunti e di sollevare i poveri della Cura di San Frediano”, solevano riunirsi ogni prima domenica del mese, oltre che in occasione delle feste solenni e, naturalmente, della festa patronale del 18 novembre, nel corso della quale avveniva l’ostensione della sacra reliquia del protettore, ovvero un dito di San Frediano.

La Compagnia della Bruciata aveva uno stemma che mostrava in campo argento una croce rossa, con ai lati le lettere “S” e “F” (iniziali di San Frediano), parimenti vermiglie.

Annunci

Pubblicato il 5 gennaio 2013, in Aneddoti e notizie storiche, Feste, tradizioni e manifestazioni folkloristiche con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: