Una via dal nome curioso: Via del Porcellana

E’ la traversa di via della Scala che si dirige verso Piazza Ognissanti, uno degli angoli più caratteristici di Firenze. Ma, che io sappia, il nome di questa carinissima via nei pressi di piazza Santa Maria Novella viene comunemente storpiato in “via della Porcellana”: viene spontaneo infatti pensare che la via prenda il nome da una qualche manifattura di questo prodotto che aveva sede in questo luogo.

Invece, come accennato, si chiama “via del Porcellana”, con chiaro riferimento non alla particolare ceramica, bensì ad un personaggio che, evidentemente, veniva chiamato “il Porcellana”.

In effetti, il nome della strada deriva da quello dello “Spedale del Porcellana” che aveva sede in questa viuzza del centro storico di Firenze. E lo Spedale (in origine “Spedale dei Michi”, dal nome della famiglia che lo patronava), a sua volta, prendeva il nome da quel Fra’ Guccio Aghinetti, detto “il Porcellana”, che fu spedalingo, cioè custode dello Spedale, dal 1333 al 1335.

Guccio Porco

Incisione dalle illustrazioni del Decameron: raffigura il proverbiale “Guccio Imbratta”, servo di frate Cipolla che viene da alcuni identificato con Fra’ Guccio detto “il Porcellana”, custode dello Spedale dei Michi, detto “Spedale del Porcellana”

Difficile dire da che gli deriva il nomignolo: il Manni, nelle sue Notizie sui più bizzari e giocondi Uomini toscani azzarda l’identificazione fra Guccio detto “il Porcellana” e Guccio Imbratta, famiglio di frate Cipolla nella celeberrima novella del Boccaccio. Ora, il Manni si dà da fare per mostrare come il Porcellana prendesse il nome da quella medesima proverbiale sciatteria e trascuratezza, che il Boccaccio ci descrive nel Decameron a proposito del suo omonimo personaggio: “Egli è tardo, sugliardo e bugiardo; negligente, disubidiente e mal diciente; trascurato, smemorato e scostumato“.

Secondo il Manni non è dunque un caso se il Boccaccio riferisce che Guccio Imbratta viene detto, oltre che Guccio Balena, anche “Guccio Porco”: ed è questo uno degli indizi più forti sulla base dei quali il Manni ritiene che il personaggio descritto dal Boccaccio non sia mera fantasia ma si ispiri al personaggio realmente esistito che è Fra’ Guccio detto “il Porcellana”.

Aldilà della suggestiva ipotesi dell’insigne studioso fiorentino, è ancora più difficile dire come il soprannome di Guccio Aghinetti sia potuto passare in antonomasia al punto da contraddistinguere prima lo Spedale, e poi addirittura la via in cui si trovava. Può essere che la fama gli sia derivata dall’aver accresciuto i beni dello Spedale tramite la donazione delle proprie sostanze, o in simili modi, ma in questo caso è difficile pensare che venisse affibbiato ad un uomo tanto pio e caritatevole un nomignolo ingiurioso. Ad ogni modo sembra di capire che questo appellativo di “Porcellana” fosse ben più di un soprannome o nomignolo, visto che compare in numerosi documenti notarili dell’epoca che riguardano Guccio Aghinetti: vi si legge infatti, costantemente, la dicitura “Frater Guccius Aghinetti vocatus Frater Porcellana“.

Tornando adesso all’iniziale malinteso fra porcellana (ovvero tipo di ceramica) e “Porcellana” (soprannome di Fra’ Guccio Aghinetti), mi piace ricordare che non ci sono mai stati in questa via opifici della speciale ceramica di origine cinese; anzi, al tempo del Porcellana, questo prodotto ancora non era arrivato a Firenze, e probabilmente nemmeno in Europa. Le prime porcellane a Firenze si producono infatti sotto il regno di Francesco I de’ Medici, a partire dal 1575.

Via del Porcellana, invece, che si chiamava in precedenza “via Nuova d’Ognissanti”, era rinomata per le manifatture di conciatori che vi si trovavano installate: non è un caso se il Botticelli, figlio di un galigaio, ovvero un conciatore di cuoio, nacque in questa via, nella casa di proprietà dei Rucellai che il padre aveva preso a pigione.

Annunci

Pubblicato il 14 novembre 2012, in Borghi, rioni e contrade con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. Sempre molto interessante !Grazie, Paola Bizzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: