La storia del Meyer nel libriccino ritrovato in cantina

Una pagina apposita del sito dell’Ospedale Pediatrico Meyer, intitolata “La storia del Meyer in 10 pagine” ci ragguaglia circa una interessante scoperta che risale all’ormai lontano 2004: il ritrovamento di un libriccino che racconta per filo e per segno come nacque e grazie a quali interventi e donazioni si sviluppò la celebre struttura sino a diventare un punto di riferimento nel panorama pediatrico fiorentino.

Facciata vecchio ospedale Meyer

Facciata principale del vecchio ospedale pediatrico Meyer, visto da via Luca Giordano

Il prezioso ritrovamento avviene nel corso delle operazioni di sgombero degli scantinati del Meyer: quello che i fiorentini conoscono affettuosamente come “l’ospedalino”, viene infatti sgombrato per trasferirne le funzioni nell’attuale sede in zona Careggi, in modo da ottenere spazi più congrui rispetto alle vecchie strutture in zona Cure ed una migliore sinergia con l’Azienda Ospedaliero-Univesitaria presente in viale Pieraccini da ormai lungo tempo.

Il libriccino, edito da Vallecchi Editore Officine Grafiche, è anonimo, e risale agli anni ’60: si intitola “L’Ospedale Meyer – Cenni storici e recenti sviluppi” e ripercorre, con l’ausilio anche di immagini, la storia del famoso ospedale pediatrico sin dalla sua fondazione.

Particolarmente interessante la cronistoria delle generose donazioni da parte di privati che avevano in animo di migliorare la degenza ospedaliera e le possibilità di cura dei bambini: a partire da quella, fondativa, che portò il Commendator Giovanni Meyer a destinare un cospicuo apporto finanziario alla costruzione del primo nucleo dell’ospedalino, sorto nel 1887.

La munifica generosità del Meyer è ricordata in una targa apposta nel 1917 nella sede storica che si trova all’angolo fra via Buonvicini e via Giordano. Pochi sanno però che il benefattore che ha dato il nome all’ospedalino fu spinto alla generosa donazione che ne consentì la fondazione dalla volontà di onorare la memoria della defunta mgolie, Anna Fitzgerald che, in vita, aveva espresso al marito il desiderio di veder fondato a Firenze un ospedale per i bambini, con speciale riguardo per quelli affetti da deformità congenite ed acquisite.

Questa e molte altre notizie curiose sulla storia del Meyer, possono essere approfondite da chi è interessato leggendo il breve libriccino messo a disposizione sul sito del Meyer in formato pdf.

Annunci

Pubblicato il 22 ottobre 2012, in Aneddoti e notizie storiche, Edifici ed altre costruzioni artistiche e monumentali con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: