Birrifici artigianali in via d’estinzione a Firenze

La curiosità di oggi è a sfondo enogastronomico. In particolare, si parla di birra artigianale.

Stemma Pinta Medicea

Stemma Pinta Medicea: uno dei portali fiorentini dedicati alle birre artigianali della città e del suo territorio

Il fatto è molto semplice: in tutto il territorio di Firenze e dintorni risulta due soli birrificii artigianali: uno si chiama “il Bovaro“, ed è situato in zona San Frediano (via Pisana per la precisione), dove si trova sia il laboratorio dove le birre vengono prodotte che la birreria dove passare una serata in compagnia, come in un normale pub, o anche comprare le bottiglie delle tre tipologie proposte: Riki, Axel e Titan.

L’altro si chiama Archea Brewery, di via de’ Serragli, è di apertura molto più recente rispetto al primo e, nonostante serva e venda una varietà sterminata di ottime birre, ancora non si è attrezzato per l’imbottigliamento delle sue due etichette (Rossa e Verde) che si possono quindi assaggiare soltanto alla spina.

Si sa che Firenze è citta con una prevalente vocazione enologica (basta pensare a tutti gli eventi sul vino organizzati in città nel corso dell’anno), tuttavia la situazione attuale va un pò stretta al capoluogo gigliato, se paragonata alla quantità di laboratori e birrifici artigianali sparsi in tutta la Toscana. Basti pensare che, nella sola minuscola provincia di Prato ce ne sono almeno cinque, fra le quali un nome del calibro di Mosto Dolce.

Fino a qualche anno fa la situazione era leggermente diversa: si contavano in città, oltre al Bovaro e ad Archea, anche un altro birrificio artigianale: Odd Couple, come risulta dalla mappa de “La Pinta Medicea”, sito specializzato in materia. Anche il birrificio Real Beer annuncia a febbraio del 2012 la sospensione della produzione a tempo indeterminato.

Per trovare altri birrifici artigianali all’interno del territorio provinciale di Firenze bisogna spostarsi nientemeno che a Signa (Lilium), San Piero a Ponti (MOA), nell’Empolese Valdelsa (Montelupo della città omonima e Brunz di Empoli) e nel Mugello (la Cajun di Marradi e la I’B di Scarperia).

In compenso, se radi sono i birrifici artigianali della città, ben più numerosi (ed anche questo è curioso) sono i portali fiorentini che si occupano di birra, segno che la passione nei confronti di questo prodotto di qualità artigianale è comunque molto ben visto a Firenze. Tanto per citarne uno, oltre alla “Pinta Medicea” di cui sopra, basta indicare FermentoBirra, che spiega anche come fare la birra in casa.

Annunci

Pubblicato il 9 ottobre 2012, in Eno-gastronomia con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. La birra di Firenze! Una novita’ assoluta. Sapete sempre invitare alla lettura. Bravissimi

    • ciao Paola, grazie per il tuo generoso superlativo….comunque, in caso, è meglio dire “bravissimo”, visto che il piccolo blog lo faccio tutto da solo….
      Se non lo hai già fatto, inserisci la tua mail in Home page per ricevere i nuovi articoli appena escono: inserisco almeno un paio di articoli a settimana, cercando di non lasciare mai a bocca asciutta i miei lettori….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: