La data del 1° agosto nel Rinascimento fiorentino: si spegne il “Padre della Patria”

Visto che oggi, 1° agosto, è il compleanno mio ed anche del blog “Curiosità su Firenze”, ho pensato di fare cosa gradita ai lettori escogitando un articolo in cui parlare di una curiosità che lega la città gigliata a questo specifico giorno del calendario. In effetti non mi ci è voluto molto a scovare una curiosissima coincidenza che vede protagonista la famiglia storicamente più importante di Firenze, ovvero i Medici.

La data del 1° agosto risulta sotto questo profilo importantissima nella storia di Firenze, visto che si verifica proprio in questo giorno un importante avvenimente relativo al vero capostipite della più prestigiosa famiglia principe del Rinascimento fiorentino. Mi sto riferendo a Cosimo il Vecchio, detto Pater Patriae, poichè con la sua abilità di politico e di uomo d’affari, oltre che con il rischio della vita corso personalmente (rischia nel 1433 di essere giustiziato), getta le basi per il principato mediceo che diverrà poi Granducato con Cosimo I.

Il 1° agosto del 1464, infatti, Cosimo il Vecchio spira presso la sua villa di Careggi, quella stessa che sarà la prediletta del Magnifico. Viene sepolto nel mezzo della navata principale della Basilica di San Lorenzo, davanti all’altare maggiore, dove una lapide lo ricorda come Pater Patriae.

Cosimo il Vecchio non è l’unico esponente della casata medicea legato alla data del 1° agosto, sebbene sia di gran lunga il più importante. Infatti, un altro Medici ha un legame fondamentale con questa ricorrenza: si tratta del principe Lorenzo, settimo figlio del Granduc di Toscana Ferdinando dei Medici e di Cristina di Lorena. Grande mecenate e protettore delle arti, oltre che amante della bella vita, Lorenzo nacque infatti il 1° agosto del 1599. Circostanza alla quale già avevo accennato laddove parlavo della burla giocata dal pittore Volterrano, artista molto amato e favorito da Lorenzo, al gobbo Trafredi, buffone di corte.

Annunci

Pubblicato il 1 agosto 2012 su Borghi, rioni e contrade. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: