L’ uovo di Colombo……o del Brunelleschi?

E’ passata in proverbio l’ espressione “essere l’ uovo di Colombo”, a significare una qualche trovata ingegnosa che, pur apparendo a portata di mano e lapalissiana una volta scoperta, pure non se veniva a capo prima nemmeno arrovellandocisi a più potere.

Aneddoto dell' uovo di Colombo dipinto da Hogarth

Aneddoto dell’ uovo di Colombo dipinto da Hogarth

Questa espressione deriva da un famosissimo aneddoto ricollegato alla figura di Cristoforo Colombo, il quale aveva mostrato come si fa a far stare ritto un uovo su un piano per svergognare taluni che sminuivano la sua impresa di aver scoperto il Nuovo Mondo. Egli diceva loro infatti che, benchè essi sminuissero la difficoltà dell’ impresa, la differenza fra lui e gli altri era che gli altri avrebbero potuto scoprire le “Indie Occidentali”, mentre lui lo aveva fatto in effetti!

Il fatto curioso, e veniamo qui alla città di Firenze, è che questo episodio, probabilmente leggendario, costituisce evidentemente un tòpos particolarmente gettonato nell’ aneddotica di tutti i tempi. A riprova di quanto affermato, riporto oggi un passo tratto dalle Vite del Vasari, in cui il celebre aneddoto dell’ uovo è esperito dal geniale Filippo Brunelleschi. Si vedrà come la vicenda è esattamente identica a quelle riportata a proposito di Colombo, e non v’ è dubbio quindi che si tratti di invenzione narrativa e non di vera e propria a storia.

Il quadro della narrazione è la tenzone fra gli architetti più famosi di Firenze per ottenere l’ appalto circa la costruzione della cupola di Santa Maria del Fiore. Il Brunelleschi infatti, conscio della invidia che regnava in città fra i vari artefici, non voleva mostrare il modello della Cupola che egli aveva realizzato e voleva evitare che altri architetti, prendendone spunto, si avvantaggiassero del suo ingegno.

Narra appunto il Vasari che, rumoreggiando i rivali di Filippo affinchè egli mettesse fuori il modello ed i disegni suoi come essi avevano mostrato i loro, il geniale architetto non volle farlo, ma propose invece agli altri maestri che chi fosse riuscito a fermare un uovo in piedi su un marmo piano, costui realizzasse la Cupola, poichè con questo avrebbe mostrato il suo ingegno.

Preso quindi un uovo, tutti i maestri provarono a farlo stare ritto, ma nessuno ci riuscì. Toccando infine a Filippo di mostrare se vi riusciva, egli lo prese e datogli un colpo sul culo sul piano di marmo, lo fece star ritto. Gli artefici rivali suoi rumoreggiavano  allora che similmente avrebbero saputo fare essi, al che rispose Filippo dicendo che essi avrebbero anche saputo fare la volta, dopo aver visto disegni e modello fatti da lui.

Come si vede, i due aneddoti sono prefettamente sovrapponibili, al punto che viene da chiedersi se si debba d’ ora innanzi riferirsi alla novelletta come all’ “uovo di Colombo” ovvero all’ “uovo di Brunelleschi”.

Ciò che è sicuro è che il collegamento dell’ aneddoto a Brunelleschi è più antico dell’ altro: si ritrova infatti attribuito al geniale architetto fiorentino già nell’ opera De viribus quantitatis di Luca Pacioli, opera sicuramente anteriore a quella dello storico Gerolamo Benzoni che nel ‘500 riportò la medesima storiella attribuendola a Colombo.

Ciò che è più interessante però, è che sia il Benzoni che il Vasari ammettevano di aver riportato l’ aneddoto per sentito dire, ammettendo che esso fosse in realtà già in circolazione ben prima che stendessero le proprie opere. Sembra addirittura che il famoso aneddoto abbia origine nelle tradizioni orali dell’ Oriente e fosse vecchio diversi secoli quando fu “riciclato” in Europa.

Con buona pace di Colombo, possiamo comunque concludere che il famoso uovo della disputa va più propriamente chiamato, da un punto di vista della priorità letteraria, l’ “uovo di Brunelleschi”.

Advertisements

Pubblicato il 26 maggio 2012, in Aneddoti e notizie storiche con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: