Via del Palazzo dei Diavoli: curiosità su un bizzarro toponimo dell’ Isolotto

Via del Palazzo dei Diavoli

Via del Palazzo dei Diavoli, in direzione Monticelli: sullo sfondo si osserva la collina di Bellosguardo

Chi abita nel vasto comprensorio che si estende fra Firenze e Scandicci, vale a dire nei borghi di Cintoia, Legnaja e Soffiano, conosce per certo “Via del Palazzo dei Diavoli”: è la strada che delimita a sud il quartiere dell’ Isolotto, il cui nome ufficiale è infatti “Unità Residenziale Via Palazzo dei Diavoli”.

E’ una strada particolarmente importante in quel contesto territoriale, in quanto conserva la maggiore densità di edifici antichi di questa zona che era anticamente poco più che una distesa di campi e terreni incolti, in cui le poche costruzioni presenti erano spesso cappelle isolate nella campagna, “case da signore” usate dai proprietari terrieri per sorvegliare da vicino i lavori dei propri contadini, ovvero “case da lavoratore“, in cui abitava chi lavorava la terra ed a cui erano annesse di solito le stalle degli animali.

Quattro sono le principali attrattive di questa via ricca di memorie storiche, che vado ad elencare una dopo l’ altra, rimandando poi ai rispettivi articoli il corrispondente approfondimento:

  • il cosiddetto “Palazzo dei Diavoli“, che dà il nome alla via citata, ed è stato all’ origine della mia morbosa curiosità nei confronti del bizzarro toponimo. Si trova giusto nel punto in cui la via, venendo da Piazza dell’ Isolotto, sfocia in Piazza Pompeo Batoni;
  • il delizioso Oratorio della Madonna della Querce, che presenta architetture di scoperto ascendente brunelleschiano. La facciata dell’ Oratorio è fiancheggiato da un antico Tabernacolo del c.d. Maestro di Signa;
  • il palazzo detto il Palagio o Le Corti, fatto erigere dai Sapiti;
  • Villa La Querce, ossia il Palazzo dei Mannelli che si trova proprio in fronte all’ Oratorio, il quale costituiva un tempo la cappella della residenza signorile della potente famiglia fiorentina.

Via del Palazzo dei Diavoli possiede un’ altra particolarità: essa presenta infatti due bracci, uno ad est di Piazza Batoni, che si stacca da Via del Bronzino; l’ altro ad ovest della Piazza, che delimita, come accennato, il quartiere dell’ Isolotto, e sfocia in via Cecioni [vedi mappa relativa]. Il primo braccio della via, assieme a via de’ Mortuli e a via del Bronzino, delimita l’ area che era percorsa, prima dell’ erezione dell’ Argingrosso, da un ramo secondario dell’ Arno, che trasformava il terreno al suo interno in un isola: è da questa circostanza che sembra avere origine il toponimo “Isolotto”.

Annunci

Pubblicato il 2 aprile 2012 su Borghi, rioni e contrade. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 3 commenti.

  1. Roberto Convalle

    Negli anni venti era ancora via del Bronzino e arrivava oltre la attuale via Amos Cassioli;
    quindi per fare un esempio avevamo via del Bronzino 313, poi divenuta via del Palazzo dei Diavoli 215 ed attualmente via Amos Cassioli angolo via Cesare Maccari; toponimi questi ultimi due aggiunti negli anni 70

    • Grazie Roberto per il tuo approfondimento. Seguiranno, appena mi sarà possibile, alcuni altri articoli sul quartiere Isolotto: uno sul Palazzo dei Diavoli, uno sull’origine del toponimo “Isolotto”, uno su via dei Mortuli ed uno sul “monte dei cocci” dove oggi sorge l’asilo collegato alla strada da una passerella sopraelevata.

      Se ti interessano altre notizie sull’Isolotto, trovi già pubblicato un articolo sulla contrada lungo l’Arno che un tempo si chiamava Sardigna. Spera che possa essere di tuo interesse.

      A presto

  2. Roberto Convalle

    A proposito del commento lasciato in data 10 Dicembre 2012 ho commesso un errore ove indicavo il civico 313 anziché 343 di via del Bronzino. Meglio rimanere sul preciso.
    Me ne scuso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: