Palio di Sant Anna per la cacciata del Duca di Atene

I fiorentini vollero perpetuare con pubbliche feste la memoria della Cacciata del Duca di Atene. Essendo caduto questo avvenimento il giorno in cui ricorreva la festa di Sant’ Anna, fu ordinato dal Comune “che la festa della santa si guardasse come Pasqua sempre in Firenze, si celebrasse solenne uficio e solenne offerta per lo Comune e per tutte le Arti di Firenze”, come riporta Giovanni Villani nella su Cronica.

Si deliberò inoltre, nel gennaio 1345, su istanza dei Capitani di Orsanmichele, che le dette offerte si consegnassero agli Ufficiali della pia confraternita e che, prelevatene le spese occorrenti a celebrare quella solennità, se ne facessero tre parti; due delle quali fossero erogate dai Capitani ai poveri, e la terza si desse al Monastero di Sant’ Anna eretto sul Prato, e dove sorge ad oggi la villa Corsini al Prato.

Fu pure stabilito in quel provvedimento, come si dovesse osservare rigorosamente quella festa: non dovendo in quel giorno esser preso alcuno per debito, nè i magistrati render giustizia nè alcun artigiano tener aperti bottega o ufficio, pena venticinque lire a chi trasgredisse.

Si ordinò anche, ed è quello che più ci interessa, che in quel giorno si corresse un Palio del valore di 32 fiorini d’ oro, e che si tirassero fuori le bandiere delle Arti e venissero appese ad Orsanmichele. A memoria di quel fatidico 26 luglio 1343, si onorò la santa titolare della festa anche con la dedicazione della chiesa di Orsanmichele ed anche della chiesetta prospiciente, che fu successivamente donata ad un gruppo di Lombardi devoti a San Carlo Borromeo, e per questo è intitolata ancora oggi a San Carlo dei Lombardi.

Ecco però la curiosità che non vi aspettate: oltre al famoso Palio de’ Barberi che si correva in occasione della festa del Battista dal Ponte alle Mosse fino a Porta alla Croce, ed a quello appena rammentato dedicato a Sant’ Anna, ce n’ erano anche diversi altri: negli stessi otto giorni che passavano da San Giovanni, si correva infatti, non solo il Palio dedicato al Battista, ma anche quello di San Vittorio e di San Pietro.

A questi bisogna aggiungere altri due Palii che si correvano nei primi due giorni da agosto per volontà di Cosimo I, che voleva con tali manifestazioni fare memoria della umiliazione subita dai Repubblicani nelle battaglie di Gavinana, Montemurlo e Marciano. Il primo giorno il Palio era corso dagli asini che arrivava alla Colonna di San Felice. Ivi era innalzata un’ antenna dalla quale pendevano due paperi che venivano donati a chi per primo arrivava a staccarli. Il giorno successivo si correva invece un Palio a cavallo.

Inoltre, si legge nelle Provvisioni del Comune come la Signoria stessa commissionò un altare ligneo da erigere in Orsanmichele per esporvi un’ immagine di Sant’ Anna, che fu dapprima dipinta e, successivamente, scolpita nel legno. A partire dal 1370, ma con tradizione che dura ancora oggi, si svolge una processione che, partendo dal Palazzo di Parte Guelfa arriva fino in Orsamichele, dove si può ammirare la scultura in marmo della Sant’Anna Metterza di Francesco da Sangallo, che tuttora possiamo si trova sull’altare omonimo.

L’ antichissima tradizione di questa processione è stata tramandata ai posteri da una tela che il Pontormo dipinse per il Monastero di Sant’ Anna alla Verzaja, ovvero nella zona che si trova fuori da Porta San Frediano. Là stavano le monache di Sant’ Anna prima di trasferirsi sul Prato. Il dipinto, oggi al Louvre, rappresentava Sant’ Anna Metterza e Santi, mentre in un cameo della grande tavola si vede appunto la processione con la Signoria che incede in pompa magna accompagnata da pifferi, mazzieri e tavolaccini.

Annunci

Pubblicato il 3 marzo 2012 su Borghi, rioni e contrade. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: