DIACCETO E ALAMANNI: DUE VIE ALLA MEMORIA

Tra le vie di Firenze che i turisti conoscono meglio ci sono di certo via Alamanni e via Jacopo da Diacceto: la prima infatti costeggia la stazione di Santa Maria Novella dal lato dell’ Arno, mentre la seconda si stacca da via Alamanni per collegarla al viale Rosselli. Il motivo per cui il Comune decise di intitolare queste due strade all’ Alamanni ed a Jacopo da Diacceto risiede in un aneddoto ben poco noto anche ai fiorentini, nonostante il clamore provocato all’ epoca: vi fu infatti di mezzo il celebre circolo neo-platonico degli Orti Oricellari ed una congiura ai danni della famiglia Medici.

Luigi di Tommaso Alamanni, oltre che stupratore ed attaccabrighe, fu parente e coetaneo di Luigi di Piero Alamanni, che apparteneva alla cerchia delle personalità più celebri della Firenze rinascimentale. Entrambi frequentavano le riunioni degli Orti Oricellari, patronati dalla famiglia Rucellai, sotto la guida carismatica di Jacopo da Diacceto, e stringono amicizia con Zanobi Buondelmontie Niccolò Machiavelli. Entrambi prendono parte nel 1522 alla congiura per uccidere il cardinale Giulio de’ Medici e cambiare il governo della città di Firenze. Scoperto il complotto, Luigi di Piero riesce a fuggire, mentre Luigi di Tommaso è catturato, torturato e decapitato con Jacopo da Diacceto il 7 giugno dello stesso anno.

Le cronache dell’ epoca, e fra questi Lorenzo Pignotti nella sua Storia della Toscana, narrano come il cardinale Giulio de’ Medici fingesse, per timore di veder rovesciato il suo influsso sul governo della città, di volerla interamente restituire alla libertà Repubblicana. Forti sostenitori di tale soluzione fu la cerchia di amanti delle lettere che si riuniva presso gli Orti Oricellari, della quale alcuni membri giunsero a scrivere addirittura orazioni in merito, come Alessandro de’ Pazzi. Curioso ricordare l’ aneddoto col quale le speranze dei repubblicani furono disilluse: avendo Alessandro de’ Pazzi portato la propria orazione sulla riacquistata libertà a leggere al delegato del cardinale, tale frate Nicolò della Magna, ed avendogliene richiesto che gli paresse, il frate si limitò a rispondere che “molto gli piaceva l’ orazione ma non il soggetto di quella”.

Accortisi quindi della finzione del cardinale Giulio, i libertari degli Orti Oricellari pensarono con la forza di ottenere ciò che era stato a lungo promesso. Alla congiura pare che avessero preso parte il Buondelomonti, Jacopo da Diacceto e i due Luigi Alamanni in combutta con il Cardinale Soderini. Ma ecco come, secondo lo storico Nardi, fu sventata la congiura: catturato un corriere francese sospettato di recare lettere tra il cardinale Soderini ed i congiurati, fu questi giudicato e messo a morte, senza che nemmeno i tormenti gli avessero potuto estorcere alcunchè. Sapendo d’ essere condannato a morte, il corriere richiese un frate per comunicarsi, invece del quale gli fu mandato uno spione in veste di frate, che, ammonendolo a confessare tutto per la salvezza della sua anima, riuscì a cavargli il nome di Jacopo da Diacceto.

Scoperta la congiura e catturato Jacopo da Diacceto, il Buondelmonti fece a tempo a sfuggire in Garfagnana presso l’ Ariosto, suo amico, che ne era governatore; Luigi di Piero Alamanni, avvertito per tempo scampò negli stati del ducato di Urbino. Fu invece preso l’ altro Alamanni e condannato come Jacopo da Diacceto ad avere la testa mozza nel cortile del Bargello. Secoli dopo, il Comune intitolava le due strade a questi martiri della libertà repubblicana, proprio a pochi passi da quegli Orti Oricellari che aveva visto nascere la congiura contro il cardinale Giulio de’ Medici.

Annunci

Pubblicato il 10 ottobre 2011, in Aneddoti e notizie storiche, Personaggi illustri con tag , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: