IL CIMITERO DELLE MERETRICI REDENTE

Nel 1614, durante la ristrutturazione della chiesa delle Convertite, furono ricavate, sotto il pavimento, le sepolture per le monache e, “in faccia al confessionario fu fatta la sepoltura per le meretrici, che volevano seppellirsi in detta chiesa”. Era un’ accoglienza in terra consacrata che riscattava secoli di ostracismo nei confronti dei corpi di tante prostitute, seppellite in fosse anonime fuori dalle mura o “in su’ bastioni”, come era uso per eretici, streghe, infedeli e giustiziati non pentiti.

Sebbene finanziato con donazioni, eredità, confische, elemosine e con una percentuale delel multe elevate dagli Ufficiali dell’ Onestà, il convento veniva spesso a trovarsi in condizioni di grande povertà. E’ per questo motivo che, il 31 agosto 1614, le suore rivolgono una supplica al granduca Cosimo II, chiedendogli di desistere dal proposito di far schedare molte prostitute segrete, i cui nomi erano inseriti in una lista di infamia preparata dagli Ufficiali dell’ Onestà.

Tale lista, notavano le religiose, avrebbe avuto l’ effetto di far fuggire fuori dallo stato fiorentino molte meretrici per paura di essere schedate, mentre molte altre avrebbero proseguito fingendosi, con la complicità di mariti ed amanti, regolarmente accoppiate; dimodochè le une e le altre non avrebbero pagato una lira di tasse. Meglio invece lasciarle libere dietro versamento di una tassa di venti lire una tantum, parte della quale veniva appunto versata al convento delle Convertite. Segno evidente che, secondo la mentalità dell’ epoca, il peccato delle prostitute era ben accetto se consentiva di campare a quelle meretrici che si erano ritirate nel convento, ovvero si “erano convertite”.

La penuria del convento delle Convertite arrivò nel ‘600 ad un punto tale, che, non essendo l’ istituzione caritativa in grado di provvedere al mantenimento delle meretrici redente già in convento, fu stabilito che non ne potessero entrare di nuove se non provviste, con mezzi propri, di letto e vestimenti di ricambio per la stagione invernale.

Annunci

Pubblicato il 10 ottobre 2011, in Aneddoti e notizie storiche, Chiese ed edifici sacri con tag , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: