INNOCENTI E TROVATELLI

INNOCENTI E TROVATELLI

Per secoli sono stati attivi in Firenze istituti appositamente creati per dare ricetto ai cosiddetti “trovatelli“, ossia ai bambini indesiderati, che i genitori decidevano di non allevare. I più importanti orfanotrofi che accoglievano questi figli non voluti erano l’ Ospedale degli Innocenti ed il Bigallo.

Precisiamo che i motivi che spingevano a lasciare il bambino ad uno degli istituti per trovatelli potevano essere diversi: la estrema povertà della famiglia, come anche la necessità di ovviare ad una gravidanza indesiderata da parte di una ragazza non ancora sposata. Quel che è sicuro è che gli orfani iniziavano la loro vita già in salita, dato che, in un modo o nell’ altro, i genitori non li avevano voluti.

Certamente la loro sorte era migliore di molti altri, se si pensa che le pratiche di aborto e gli infanticidi erano in Firenze estremamente frequenti: solo le madri più pietose avevano riguardo di esporre i figli, che non potevano o non volevano tenere, alle “ruote” degli istituti per i bambini abbandonati. Le “ruote” erano meccanismi pensati per consentire alle madri di deporvi nottetempo i pargoli indesiderati, dopodichè bastava ruotare per mettere il bambino al riparo dello spedale, mantenendo al contempo l’ anonimato.

Una nota di costume, seppure legata al doloroso tema dell’ abbandono dei neonati, riguarda la diffusione di determinati cognomi in relazione alla pratica dell’ affidamento agli orfanotrofi: dato che i genitori mantenevano in tali casi l’ anonimato, i bambini “recapitati” non possedevano alcun cognome; ecco quindi che essi assumevano cognomi che facevano riferimento al loro stato di figli indesiderati. Tale uso ha comportato in Toscana, e a Firenze particolarmente, la diffusione del cognome “Innocenti” e delle sue varianti (molto diffuso ad esempio “Nocentini”), che stava in origine ad indicare che i bambini “ripudiati” erano appunto innocenti del fatto di essere “figli della colpa” cioè il frutto di unioni adulterine o pre-nuziali. Molto diffusi anche altri cognomi, che indicavano in origine la condizione di “figli di nessuno” cui erano costretti: si tratta dei cognomi Diolaiuti, ancora molto diffuso, e Diotallevi e Diotiguardi, che invece sono ormai desueti.

Annunci

Pubblicato il 10 agosto 2011, in Edifici ed altre costruzioni artistiche e monumentali con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 5 commenti.

  1. Alessandro Messini

    Vi risulta che i funzionari addetti all’assegnazione dei cognomi abbiano eseguito, negli anni 1890/1900, la storpiatura dei cognomi di coloro che presentavano le creature: CAVOGLIANI per CAVIGLIi; CURSIGNANI per CORSINI, ecc. ecc. ?? E’ una cosa che mi raccontava mio nonno materno, marito di una “nocentina del 1895” e “nocentino del 1892” lui stesso. Entrambi erano dei “nocentini” provenienti dal Regio Spedale Degli Innocenti di Firenze. Non ne ho trovata traccia nel recente catalogo della mostra “FIGLI D’ITALIA”. Grazie per ogni Vostra risposta in merito tramite la @ indicata. Alessandro Messini

  2. COMO PUEDO SABER YO, SI MI BISABUELO Y ABUELO DE APELLIDO INNOCENTI, FUERON NIÑOS ABANDONADOS Y QUE PASARON POR EL OSPEDALE DEGLINNOENTI DE FIRENZE .??
    LA DIRETORA DEL OSPEDALE DEGLINNOCENTI, ME HA RESPONDIDO QUE MI ABUELO INNOCENTI GI OVANNI, NO ESTA REGISTRADO Y NUNCA PASO COMO NIÑO POR EL
    OSPEDALE DEGLINNOCENTI.
    RUEGO RESPUESTA A MI EMAIL.

  3. Ho saputo che un mio bisnonno originario di Vicchio (FI) era trovatello, tuttavia il suo cognome non risulta essere Degli Innocenti o simili, bensì Barberi. Erano forse attribuitri, a metà 800, cognomi scelti a caso? Qualcuno se sa qualcosa al proposito?

    • ALESSANDRO MESSINI

      I funzionari addetti all’assegnazione dei cognomi seguivamo spesso un ordine alfabetico, cambiando lettera con cadenza quasi sempre mensile. all’inizio di ogni anno sorteggiavano la lettera dell’alfabeto da cui cominciare la “creazione” dei cognomi. Non era raro il caso che trovassero “ispirazione” in elementi ambientali o geografici(boschi, praticelli, campicelli, Buonconventi, Pratesi, Lucchesi, Viareggi, ecc.), professionali (barbieri, fabbri, martelli, vetturini, ufficiali) ed addirittura religiosi o beneaugurali (Diotallevi, Santini, Angelici, ecc.) A volte hanno anche “osato” insinuare o deridere (Del Prete, Del Soldato, Nonmeneavviddi, ecc.). Comunque con l’avvento dell’Unità di Italia e l’istituzione dello stato civile (1861), certi “abusi” finirono con lo sparire e la creazione dei cognomi proseguì con un uso più corretto dell’ordine alfabetico (Mari, Marinelli, Marinezzi,). Il più delle volte erano gli operatori della sede centrale dell’ospedale degli innocenti (Firenze) ad assegnare i nomi, ma a volte, soprattutto prima dell’Unità Italiana, capitava che i binbi giungessero a firenze con già un nome assegnato dalla “succursale” che lo aveva accolto per prima : Luco di Mugello, Chianti, ecc.. Una regola che pare tutti abbiano sempre rispettato era quella di non assegnare mai alla creatura il nome e cognome che veniva a volta indicato dalla persona che lo presentava all’Istituto. Lo provano anche i numerosi “segni” che l’archivio dell’Ospedale ancora conserva ed ha messo in mostra l’anno scorso. Tutto quanto sopra è meglio documentato dalla seguente bibliografia: L’IDENTITA’ INVENTATA edizioni C.E.T. 1994 , Palagio di Parte Guelfa; SENZA STORIA NE’ FAMIGLIA edizioni Manzuoli 1989. <

    • L’unica ipotesi plausibile che mi viene in mente riguarda l’usanza di affibbiare ai trovatelli anche tipologie professionali, anche come allusione a quella che forse veniva ritenuta l’origine del bambino. Nel caso specifico, si potrebbe ipotizzare che il suo bisnonno sia stato ritrovato da un barbiere, ritenuto figlio di un barbiere, oppure semplicemente destinatario di un cognome fittizio o molto diffuso nella zona.

      Cordiali saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: